Loading...

Categoria: Sport

#DareToZlatan

E poi c’è Zlatan Ibrahimovic. Che quando lo vedi pensi a quanto lo vorresti nella tua squadra. E non importa se prima ha giocato in altre. Lo vuoi e basta. Con quella faccia un po’ così, da ghetto bosniaco-svedese. Con quella cattiveria che sa trasmettere a tutta la squadra, sempre, ovunque. Dove c’è lui, si vince (Champions esclusa, ma tant’è…). E allora, quando è trapelata la notizia di un suo annuncio su Facebook, con tanto di conferenza stampa, evento e tutto il resto, c’abbiamo creduto tutti.

13446101_10208419681144414_1450420117_o
«Dai che ora dice che viene da noi», hanno pensato in molti. Giornalisti, tifosi. E tutti a collegarsi. Con tanto di aumento esponenziale di Fan su Facebook, che non guasta. 

Schermata 2016-06-16 alle 16.20.38Zlatan ha vinto ancora, almeno vedendo i numeri. Già, perché non solo non è stato fatto alcun annuncio ufficiale dal punto di vista sportivo (Zlatan andrà al Manchster United, pare), ma è tutto ruotato attorno al lancio di A-Z.com. Vestiti, banalissimi vestiti, altro che passaggi di squadra. Intanto, magliette e compagnia sono state accompagnate da un evento social con numeri che fanno girare la testa. 

Schermata 2016-06-16 alle 16.03.11Un milione di views per la diretta, picchi di 100.000 visitatori. Tutto grazie al personal branding. Tutto grazie al faccione di Zlatan. Che ha saputo creare una grande aspettativa mediatica, anche grazie ai giornali online che hanno trasmesso la diretta, amplificando la pubblicità ad A-Z. E gli amici che si sono chiusi in bagno in ufficio sperando di sapere qualcosa di più? Delusi, almeno un po’. Ma con A-Z in testa, sicuro.

Giornalismo sportivo, uffici stampa, aziende

Un’analisi che è partita proprio dai Social Media, dalla loro penetrazione in Italia e dai comportamenti degli utenti. Come ci si comporta quando si trova davanti all’argomento sport?

C’è, poi, il fenomeno Snapchat che con oltre 250k utenti in Italia e con una permanenza media di oltre 150 secondi è il social in ascesa, anche nel mondo dello sport.

Infine, alcune risorse del mestiere. E se dopo aver scaricato il Keynote, c’è una qualsiasi domanda, non siate timidi: scrivete pure a goffredo@puntozerohub.com