Loading...

Blog

Giornalismo e business nell’era digitale

I social media, l’engagement, le buone pratiche. E soprattutto: il contenuto e la community. Il Keynote presentato al corso di aggiornamento professionale organizzato dall’Odg Lombardia

C’è chi, entusiasta, ha visto nella App di Quartz la rivoluzione del mestiere. Chi, invece, passata la moda, ha iniziato a fare a bot con le news. E ancora: Snapchat e un programma come BBC Panorama possono convivere? Soprattutto: serve a qualcosa? La notizie a portata di tap e di click stanno aiutando il giornalismo? E se un giorno ci fossero solo giornalisti robot?

Schermata 2016-04-28 alle 20.10.44

Questi e tanti altri i temi trattati in Giornalismo e business nell’era digitale: si può guadagnare con i social?, corso di aggiornamento tenuto dall’Ordine dei Giornalisti Lombardia.

Ci sono diversi indizi che ci fanno dire che sì, il giornalismo digitale nella sua ultima evoluzione ha portato il grande pubblico davanti a un concetto prima nascosto e ora talmente esplicito che non si può più ignorare. Al netto dello sviluppo tecnico e tecnologico, è la storia a vincere. È il contenuto. È il racconto, sono i fatti. E questi fanno community e da qui non si scappa.

Lo dice, ad esempio, il caso delle Newsletter tutte italiane. Slow-news, Goodmorning Italia, Francesco Costa e le elezioni americane. Tutti modelli – anche imprenditoriali – che sono stati premiati dal pubblico. Una nicchia, potrete controbattere. E forse, avreste ragione. È un sistema dal respiro medio, che può contare solo sulla passione di premiare un’idea, un prodotto. Ma è un sistema che c’è, esiste e che può diventare modello. Leggete le slide qui sotto:

Schermata 2016-04-28 alle 20.03.47Schermata 2016-04-28 alle 20.03.58

Simile è anche il caso dei longform, diventati ormai genere giornalistico a tutti gli effetti e che – grazie al web – hanno trovato nuove vie di trasformazione. Come nel caso di Marc Ellison, fotogiornalista e fumettista che è riuscito a mettere insieme il giusto mix tra graphic novel, web e racconto giornalistico.

Poi, i social e la ricerca del pubblico giovane. Come nell’esempio di Ravin Sampat, professione “Audience Engagement” per BBC. Un ragazzone che segue passo passo John Sweeney, storico conduttore di BBC Panorama. Motivo? Fare breccia nel pubblico Under 30. Come? Con Snapchat. Risultato? Reportage così premiati da una community appassionata. 

Insomma, tutto questo – ma anche tanto altro – nell’incontro che ho tenuto con Giovanni Capuano, Roberto Monzani e Teobaldo Semoli. Una mattinata tra modelli, evoluzioni, social media e giornalismi. Per scaricare la presentazione potete cliccare qui. E per ogni domanda: goffredo@puntozerohub.com

Share: